SEMINARIO LOIRA -“IL SAUVIGNON REGALE” 9 febbraio

-Sabato 9 febbraio a SONDRIO presso il Grand Hotel della Posta ARMANDO CASTAGNO sarà con noi per un seminario sulla LOIRA “IL SAUVIGNON REGALE”

I vini della Valle della Loira costituiscono un vero microcosmo, nel panorama del vino francese. Lungo lo snodo del grande fiume, per centinaia di chilometri di sviluppo, si susseguono denominazioni molto diverse tra loro per espressione tradizionale dei vini, diversità dei relativi vitigni, colore, “peso” estrattivo, tipologia, matrici geologiche, contesto ambientale.
Di certo, una delle aree di maggior profondità storica e più irresistibile fascino è quella del medio corso della Loira, che i vignaioli locali dedicano da secoli alla coltivazione del Sauvignon Blanc. In due limitrofe e celebrate denominazioni d’origine, Pouilly-Fumé e Sancerre, gli esiti che esso fornisce raccontano di come un terroir potente, vocato e originale possa arrivare a “silenziare” la macchina da guerra aromatica costituita dal vitigno in questione, fino a sostituirne la veemenza con una infiltrante, profondissima “mineralità”.
In una doppia, rara ricognizione, studieremo anima, carattere, potenzialità e aspetti territoriali del Pouilly-Fumé prima e del Sancerre poi, accompagnando l’analisi con l’attenta degustazione di 13 vini straordinari, scelti nel gotha produttivo delle due zone.
Ci farà da guida Armando Castagno, autore di diverse monografie sui due vini pubblicate negli ultimi 15 anni, per una giornata che consideriamo imperdibile, per la fondamentale importanza dell’argomento nel quadro dell’enografia mondiale e per la rarità e la qualità assoluta dei vini in assaggio.

Il seminario si svolgerà presso il Grand Hotel della posta dalle ore 10,00, alle 13,e dalle 14 alle 17.

La pausa pranzo prevede un ricco buffet.

Al terrmine del seminario vi verrà rilasciato un attestato di partecipazione

ELENCO VINI:

Pouilly-Fumé 2017 – Domaine des Berthiers

Pouilly-Fumé Mademoiselle de T 2016     – Château de Tracy

Pouilly-Fumé EM 2016     – Alphonse Mellot

Pouilly-Fumé La Rambarde 2016 – Domaine Landrat-Guyollot

Pouilly-Fumé Pur Sang 2015 – Domaine Didier Dagueneau

Pouilly-Fumé Silex 2015 – Domaine Didier Dagueneau

 

Sancerre Les Baronnes 2017 – Domaine Henri Bourgeois

Sancerre Les Monts Damnés 2017 – Pascal Cotat

Sancerre Nuance 2017 – Domaine Vincent Pinard

Sancerre Le Chêne Marchand 2017 – François Crochet

Sancerre La Comtesse 2016 – Roger & Christophe Moreux

Sancerre Mélodie de Vieilles Vignes 2015 – Vincent Gaudry

Sancerre Chambrates 2014 – Domaine Vacheron

 

ISCRIZIONI entro e non oltre venerdì 2 febbraio.

Grazie al contributo di Ais Regione Lombardia, che dimostra concretamente di essere vicina al socio, il contributo di partecipazione al seminario per i soci AIS sarà ridotto a 110,00 euro   anziché 150,00 euro previsti.

Per chi desidera partecipare solamente ad una sola delle due sessioni, il contributo è di 70,00  euro per ogni  sessione.

I NON SOCI interessati a partecipare alle serate, sono pregati di contattarmi al 3357357380.

Le prenotazioni sono sempre impegnative e devono pervenire all’indirizzo di posta elettronica elia.bolandrini@aissondrio.it  

LE MODALITA’ DI PAGAMENTO:

Con l’uso di CONTANTE direttamente prima dell’inizio del seminario oppure tramite BONIFICO intestato a

ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER LOMBARDIA BANCA POPOLARE DI SONDRIO Conto numero 000002819X25 IBAN : IT49 Q 05696 52340 000002819X25

BIC/SWIFT: POSOIT22XXX

SPECIFICARE IL NOMINATIVO DEL SOCIO

CAUSALE : SEMINARIO LOIRA – SONDRIO

Viaggio sensoriale nel mondo del caffè 1-8-15-22 febbraio

-Venerdì 1-8-15-22 febbraio alle ore 20,30 a SONDRIO, Ais Sondrio in collaborazione con Brasil Moka- responabile la nostra socia Paola Biancotti – vi propone un” Viaggio sensoriale nel mondo del caffè” presso il Grand Hotel della Posta in Piazza Garibaldi 19.

Il caffè è certamente tra le bevande più bevute , ma sicuramente è tra qulle meno conosciute.

Ecco una buona opportunità per saperne di più.

Si tratta di un corso di assaggiatore del caffè, attraverso un percorso in 4 tappe di due ore l’una, dedicato agli appassionati della degustazione, per scoprire profumi e sapori dei caffè di tutto il mondo attraverso assaggi liberi e guidati. Dal classico espresso agli speciality, alle nuove tendenze che stanno rivoluzionando il panorama della caffetteria internazionale.

Programma corso di assaggiatore di caffè teorico e pratico

Venerdì 01-02-2019  Prima Lezione:         “ La pianta più bevuta al Mondo”

– Come faciamo a conoscere il caffè?

– Botanica del caffè;

– La filiera del caffè e i processi di lavorazione;

– I difetti e quali problematiche possono dare in tazza;

– Caratteristiche e parametri dell’Espresso Italiano Certificato;

–  Analisi sensoriale del caffè;

– Primo assaggio con illustrazione e spiegazione della scheda sensoriale.

Venerdì 08-02-2019  Seconda Lezione:    “ Un mondo di caffè”

  • Presentazione e descrizione di caffè specie Arabica monorigini priovenienti da continenti diversi, come vengono coltivati,raccolti,lavorati e le loro diverse particolarità di assaggio;
  1. Etiopia Sidamo Washed;
  2. Brasile Santos Unwashed;
  3. India Cherry.
  • Assaggi alla Cieca dei caffè con metodo di estrazione “ Espresso”;
  • Compilazione scheda di assaggio e comparazione tra i corsisti;
  • Commenti sulle note positive e negative dell’Espresso.

Venerdì 15-02-2019  Terza Lezione: “Alla ricerca del Blend giusto”

  • Cos’è un Blend e perché viene fatto nel caffè?;
  • Requisiti e modalità di composizione di una miscela;
  • Presentazione e degustazione di Blend composti da differenti caffè provenienti da diverse zone del mondo con difformi specialità botaniche e svariati metodi di lavorazione:
  1. 100%Arabica Organico:

             * Santos Unwasched;

             * Nicaragua Wasched;

            * Perù Easched.

           2) Caffè Organico 80% Arabica:

             * Santos Unwasched;

             * Messico Wasched;

             * Nicaragua Wasched;

            * Perù Easched.

                             20% Robusta:

* India Cherry.

–  Creazione e assaggio della “nostra” miscela Bar;

–  Compilazione della scheda sensory,comparazione tra i corsisti,note positive e negative trasmesse dal prodotto.

Venerdì 22-02-2019  Quarta Lezione: “ La new wave….ad ognuno il suo buon caffè

  • I metodi filtro:
  • Aeropress
  • V60
  • Syphon;
  • La “vecchia e cara” Moka.
  • Cosa sono?
  • Le differenze più evidenti e sostanziali del “nostro”Espresso Italiano;
  • Quantità di caffeina presente nella bevanda;
  • Prodotti differenti per diversi momenti della giornata;
  • Una diversa concezione e modo di bere il caffè;

Chiusura del corso e consegna attestati.

ISCRIZIONI entro e non oltre venerdì 25 gennaio.

Il contributo di partecipazione per i soci AIS è di € 120,00 per tutti gli incontri.

Per chi desidera partecipare solamente ad uno o più incontri, il contributo è di 40,00  euro per ogni  incontro.

I NON SOCI interessati a partecipare alle serate, sono pregati di contattarmi al 3357357380.

Le prenotazioni sono sempre impegnative e devono pervenire all’indirizzo di posta elettronica elia.bolandrini@aissondrio.it  

 

LE MODALITA’ DI PAGAMENTO:

Con l’uso di CONTANTE direttamente alla prima serata oppure tramite BONIFICO intestato a

ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER LOMBARDIA BANCA POPOLARE DI SONDRIO Conto numero 000002819X25 IBAN : IT49 Q 05696 52340 000002819X25

BIC/SWIFT: POSOIT22XXX

SPECIFICARE IL NOMINATIVO DEL SOCIO

CAUSALE : SEMINARIO CAFFE’ – SONDRIO

 

Il Duello del Vino – Sondrio 29 ottobre Hotel della Posta

Due grandi campioni della sommellerie nazionale protagonisti di una singolare serata che li vedrà impegnati in una sfida con la partecipazione attiva dei Soci presenti alla serata. Lunedì 29 ottobre a Sondrio

Lunedì 29 ottobre alle ore 20,45 la Delegazione di Sondrio ospiterà due grandi sommelier, Nicola Bonera e Luisito Perazzo, che condurranno una singolare serata, insieme ai soci della nostra delegazione con la formazione di due squadre.

Luisito Perazzo e Nicola BoneraChi sono in nostri campioni?

Luisito Perazzo | Nel 2004 vince i titoli di Miglior Sommelier di Lombardia e il Master Sangiovese, l’anno dopo vince il Master Nebbiolo e il titolo di Miglior Sommelier d’Italia. Nel 2006 e 2013 vine nominato Sommelier dell’anno.

Nicola Bonera | Nel 1997 conquista il titolo di Miglior Sommelier Junior, nel 2002 sale sul gradino più alto del concorso regionale diventando Miglior Sommelier di Lombardia. Nel 2006 vince il Master Sangiovese, nel 2010 quello di Miglior Sommelier d’Italia, e ancora nel 2012 diventa Ambasciatore del Metodo Classico e nel 2013 vince il Master Nebbiolo.

Ma come si svolgerà la serata?

Otto i vini in degustazione, personalmente selezionati dal nostro Presidente Regionale Hosam Eldin: nessuno sarà a conoscenza dei vini, tranne la sottoscritta che provvederà al servizio. La sfida è finalizzata a riconoscere i vini in degustazione, cercando di indovinare:

  • Denominazione del Vino
  • Territorio di provenienza
  • Vitigno/Vitigni
  • Annata del vino

4 saranno i punteggi che ogni squadra potrà raggiungere per ogni vino e ovviamente vincerà la squadra che avrà totalizzato il punteggio più alto.

Bene, a questo punto mancano solo le squadre, cioè voi!

Quando

Lunedì 29 ottobre 2018 – ore 20.45

Dove

Grand Hotel della Posta

Piazza Garibaldi 19 – Sondrio

Quota di partecipazione

Soci AIS 40 €

Per informazioni e iscrizioni

Le prenotazioni sono sempre impegnative e devono pervenire entro e non oltre martedì 23 ottobre a elia.bolandrini@aissondrio.it oppure telefonando al numero 335 7357380

oppure clicca qui Iscriviti

 

Diego Sburlino e lo Schioppettino di Prepotto – Tirano 12 settembre

In compagnia di Diego Sburlino, relatore di origine friulana, scopriremo la storia di un pregiato vitigno autoctono friulano, per molti anni ignorato e tornato da poco alla ribalta.

Sarà un’occasione indimenticabile per conoscere la storia di questo antico vitigno  un racconto ricco di curiosità e avventure rocambolesche: lo sapevate, ad esempio, che per anni la coltivazione dello Schioppettino è stata fuorilegge?

Schioppettino di Prepotto: la storia di una lotta contro l’estinzione

Lo Schioppettino, formalmente un clone della Ribolla Nera, è uno dei principali vitigni autoctoni friulani. La sua origine è antica, con le prime tracce trovate in documenti del XIII secolo d.C. conservati nell’Archivio del Castello di Albana. Coltivato storicamente in un’area molto ristretta a cavallo tra la Valle di Cialla e Albana, nel piccolo comune di Prepotto (UD), lo schioppettino era pressoché sconosciuto al grande pubblico, anche se Guido Poggi, un grande studioso di inizio Novecento, nel 1939 avesse già riconosciuto il suo valore ed elogiato le sue peculiarità.

La fillossera, prima, e la legislazione restrittiva, soprattutto europea, dopo, ostacolarono la sopravvivenza e l’espansione di questa nobile uva, ma finalmente lo Schioppettino, che trova nel Comune di Prepotto la sua culla naturale nonché una delle due sottozone del disciplinare della doc Colli Orientali del Friuli, ha trovato il modo di emergere e di farsi conoscere.

L’Associazione Produttori dello Schioppettino di Prepotto

L’associazione nasce nel 2002 con l’obiettivo di promuovere e garantire la qualità e l’autenticità dell’uva Schioppettino, coltivato nella zona da tempo immemore.

Oggi l’associazione conta una ventina di produttori, tutti impegnati a proteggere questa varietà “di nicchia”, convinti del suo grande valore culturale e del significativo potenziale vitivinicolo.
Come primo passo, nel 2005 furono censiti tutti i vigneti e venne creato un apposito “registro delle vigne” per salvaguardare la biodiversità naturalmente presente sul territorio e valutare le potenzialità di ogni zona.

Approfondiremo tutto questo e molto altro, unitamente alla degustazione dei vini di 7 aziende che Diego ha selezionato per noi:

I vini in degustazione:

Pizzulin                                annata 2013

Vigna Traverso                    annata 2014

Vini Grillo                             annata 2015

Vigna Petrussa                    annata 2015

Vigna Lenuzza                     annata 2015

Maion                                   annata 2015

Vie D’Alt                              annata 2015

 TIRANO: mercoledì 12 settembre alle ore 20, presso il Ristorante Pizzeria La Botte del nostro socio Giovanni Colombini, in piazza Basilica n° 20

Alla Degustazione farà seguito un piatto unico ed un dessert, che gli Chef prepareranno per noi. ISCRIZIONI ENTRO e non oltre LUNEDI’ 10 settembre

Il contributo per la serata è di 40 euro per i soci e di 50,00 euro per i non soci.

Vi ricordo che le prenotazioni sono sempre impegnative e devono pervenire all’indirizzo di posta elettronica elia.bolandrini@aissondrio.it oppure telefonando al numero 335 7357380 oppure clicca qui.
Iscriviti

Vi aspetto numerosi a queste importanti serate di formazione, pensate per i soci e per tutti gli appassionati del mondo del vino.

 

Diego Sburlino e lo Schioppettino di Prepotto – Morbegno 13 settembre

In compagnia di Diego Sburlino, relatore di origine friulana, scopriremo la storia di un pregiato vitigno autoctono friulano, per molti anni ignorato e tornato da poco alla ribalta.

Sarà un’occasione indimenticabile per conoscere la storia di questo antico vitigno  un racconto ricco di curiosità e avventure rocambolesche: lo sapevate, ad esempio, che per anni la coltivazione dello Schioppettino è stata fuorilegge?

Schioppettino di Prepotto: la storia di una lotta contro l’estinzione

Lo Schioppettino, formalmente un clone della Ribolla Nera, è uno dei principali vitigni autoctoni friulani. La sua origine è antica, con le prime tracce trovate in documenti del XIII secolo d.C. conservati nell’Archivio del Castello di Albana. Coltivato storicamente in un’area molto ristretta a cavallo tra la Valle di Cialla e Albana, nel piccolo comune di Prepotto (UD), lo schioppettino era pressoché sconosciuto al grande pubblico, anche se Guido Poggi, un grande studioso di inizio Novecento, nel 1939 avesse già riconosciuto il suo valore ed elogiato le sue peculiarità.

La fillossera, prima, e la legislazione restrittiva, soprattutto europea, dopo, ostacolarono la sopravvivenza e l’espansione di questa nobile uva, ma finalmente lo Schioppettino, che trova nel Comune di Prepotto la sua culla naturale nonché una delle due sottozone del disciplinare della doc Colli Orientali del Friuli, ha trovato il modo di emergere e di farsi conoscere.

L’Associazione Produttori dello Schioppettino di Prepotto

L’associazione nasce nel 2002 con l’obiettivo di promuovere e garantire la qualità e l’autenticità dell’uva Schioppettino, coltivato nella zona da tempo immemore.

Oggi l’associazione conta una ventina di produttori, tutti impegnati a proteggere questa varietà “di nicchia”, convinti del suo grande valore culturale e del significativo potenziale vitivinicolo.
Come primo passo, nel 2005 furono censiti tutti i vigneti e venne creato un apposito “registro delle vigne” per salvaguardare la biodiversità naturalmente presente sul territorio e valutare le potenzialità di ogni zona.

Approfondiremo tutto questo e molto altro, unitamente alla degustazione dei vini di 7 aziende che Diego ha selezionato per noi:

I vini in degustazione:

Pizzulin                                annata 2013

Vigna Traverso                    annata 2014

Vini Grillo                             annata 2015

Vigna Petrussa                    annata 2015

Vigna Lenuzza                     annata 2015

Maion                                   annata 2015

Vie D’Alt                              annata 2015

 MORBEGNO: giovedì 13 settembre alle ore 20, presso il Ristorante Vecchio Fiume dei nostri soci Gianoli, in piazza Lusardi 1

Alla Degustazione farà seguito un piatto unico ed un dessert, che gli Chef prepareranno per noi. ISCRIZIONI ENTRO e non oltre LUNEDI’ 10 settembre

Il contributo per la serata è di 40 euro per i soci e di 50,00 euro per i non soci.

Vi ricordo che le prenotazioni sono sempre impegnative e devono pervenire all’indirizzo di posta elettronica elia.bolandrini@aissondrio.it oppure telefonando al numero 335 7357380 oppure clicca qui.
Iscriviti

Vi aspetto numerosi a queste importanti serate di formazione, pensate per i soci e per tutti gli appassionati del mondo del vino.

 

EROICO ROSSO SFORZATO WINE FESTIVAL 2018 – Tirano 14-15-16 Settembre

EROICO ROSSO 2018

Anche quest’anno nelle date 14-15-16 settembre, si svolgerà a Tirano l’Edizione 2018 di Eroico Rosso Sforzato Wine Festival.

EROICO ROSSO è il festival dedicato al più famoso dei vini valtellinesi.

Si svolge ogni anno a Tirano nel corso di tre giorni dove enologia e gastronomia si sposano con cultura, paesaggio e con la cornice incantevole degli storici palazzi tiranesi.

In allegato il programma della manifestazione.

Vi aspettiamo numerosi anche a questo imperdibile evento,

Un caro saluto

Dr.ssa Elia Bolandrini

Delegata Ais Sondrio e Consigliere Ais Regionale

335 7357380

1 2 3 12