GITA AIS SONDRIO “INCONTRO ALL’ISOLA D’ELBA”

GITA AIS SONDRIO “INCONTRO ALL’ISOLA D’ELBA”

Di Marco Moretti

il 27,28,29 maggio si è svolta una tre giorni all’insegna della condivisone e dello scambio reciproco ,in collaborazione con la delegazione AIS Isola d’Elba.

Foto Gruppo ElbaUn incontro programmato già da un anno e voluto fortemente da entrambe le parti.

25 le persone che hanno raccolto l’invito della delegazione di Sondrio e, con partenza da Tirano alle ore 5.00, sono giunte nel primo pomeriggio a Portoferraio, dove sono state accolte dal delegato dell’Elba Antonio Arrighi e dai suoi collaboratori.

Immediato lo spostamento alla prima, azienda “LA CHIUSA” situata in una location da sogno che si affaccia sul mare attorniata da vigneti e ulivi; un vero paradiso…qui abbiamo potuto degustare

“Elba Vermentino 2015, Elba Rosato Sangiovese e Merlot 2015 e Aleatico Passito 2013”.

Terminata la visita alla cantina, dopo una breve sosta in albergo, la serata è proseguita al “Ristorante Iselba, sul mare, da Piero a  Marina di Campo” dove  con tutti i piatti rigorosamente a base di pesce abbiamo potuto apprezzare l’abbinamento con altri 4 vini

“Brut Aleatico Ripalte”

”Ansonica Chardonnay 2015  Azienda Agricola Cecilia”

”Vermentino 2015 Azienda Agricola Cecilia”

 

per finire con

“Aleatico Passito 2011 Ripalte”.

il secondo giorno è stato all’insegna delle visite nelle diverse aziende presenti sul territorio, in mattinata ritorno a Portoferraio presso

Azienda Agricola Montefabbrello Località Schiopparello”

piccola realtà vitivinicola immersa nel verde.

 Elba Ansonica 2015”

”Ansonica Zampicata 2015 (prodotta con pigiatura su palmento di granito)”

”Ansonica 2011”

”Ansonica Passito 2015”  

“Vin Santo 2006”

 

ci hanno fatto capire la varietà e l’immensa potenzialità di questi  vitigni in particolar modo del bianco dove caposaldo  è l’ansonica, uva isolana presente soprattutto qui e in Sicilia con il nome di inzolia.

spostamento poi alla seconda azienda “ la Sapereta” , con pranzo e degustazione  con

“Vigna Tea bianco 2015 Elba Bianco Procanico, Viognier, Chardonnay”

”Ansonica dell’Elba 2015”

”Elba Rosato Vigna Tea”  

“Aleatico dell’Elba Passito DALIDE’ 2015”.

qui l’enologo Saperi  dell’agriturismo Sapereta” ci ha illustrato la sua concezione di vino fatta da famiglia e passione, la stessa  con cui gestisce cantina e ristorante.

Ultima azienda della giornata “Acquabona Gestione Agricola Località Acquabona” , a Portoferraio   il titolare e sua collaboratrice  ci hanno ospitati nel giardino dell’azienda e deliziato con i loro  vini :

 

“Elba Bianco 2015 Procanico e Vermentino”

“Elba Bianco Tradizione Procanico e Ansonica”

”Elba Rosso riserva “Camillo Bianchi” Sangiovese e Merlot  

“Aleatico dell’Elba 2010”.

Anche qui abbiamo notato che la grande cura del territorio e la sapiente attesa dei tempi del vino, portano alla produzione di prodotti meritevoli di nota.

Degna conclusione della giornata è stata la cena in località Enfola al  Ristorante Emanuel, sul mare.

Anche qui i piatti sono stati accompagnati dalla degustazione di vini di altre due aziende con:

“Vermentino 2015 Acquacalda”

”Elba Ansonica Acquacalda Ansonica e Vermentino”

”Rosato La Fazenda E Moscato La Fazenda”.

L’ultima tappa del nostro viaggio prima della partenza, ci ha portato a visitare l’azienda Arrighi a Porto Azzurro.

Il produttore ci ha mostrato con un lungo viaggio nei suoi vigneti la difficoltà  nel lavorare una terra strappata a boschi, ove il lavoro manuale rappresenta ancora l’unica forma per preservare l’uva e la tradizione vinicola.

Il pranzo all’ esterno dell’azienda a base di pesce, e’ stato accompagnato dai vini:

“Elba Bianco 2015 Ansonica”

“Procanico, Biancone ILAGIU’ “

”Ansonica 2015 MATTANTO”

“Era Ora 2015 Manzoni Chardonnay

Un invidiabile “Viognier 2015 VIP”,TREESSE 2012 Syrah, Sagrantino, Sangiovese”

e per finire, dulcis in fundo “Elba Aleatico Passito SILOSO’”.

 

 Dopo questo ricco, simpatico percorso all’isola d’Elba, possiamo dire che l’obiettivo che ci eravamo proposti di conoscere meglio ed approfondire le nostre conoscenze sui vini elbani sia stato pienamente raggiunto.

Cogliamo l’occasione per ringraziare il delegato dell’Elba Antonio Arrighi  e tutto il suo staff che con dedizione e organizzazione straordinaria ci hanno guidato, accompagnato e servito nelle degustazioni.

Un lavoro impeccabile simbolo di una delegazione unita e professionale.

Non mancheremo di ricambiare l’ospitalità quando quest’autunno la delegazione dell’Elba ci raggiungerà in Valtellina, con la speranza di riuscire a lasciare in loro il ricordo e la bellezza che la loro isola ci ha regalato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *